Ottimizzato per Chrome - Compatibile per Firefox  -  Safari - IExplorer - SO Android 
IL PUNTO SUL LAVORO NEL SETTORE FARMACEUTICO
Farmindustria.it -  RELAZIONE INTEGRALE lunedì 01 ottobre 2018 09.41


Assemblea Pubblica di Farmindustria

Roma, Auditorium Conciliazione, 11 LUGLIO 2018

ESTRATTO


Siamo anche uno dei settori industriali che crea sempre più posti di lavoro. Il costante aumento della produzione e dell’export porta con sé l’aumento dell’occupazione. Negli
ultimi due anni l’industria farmaceutica è il settore italiano che, tra quelli dell’industria manifatturiera, ha aumentato di più i propri addetti: 4,5% rispetto all’1,3% della media. Nel 2017 gli addetti farmaceutici sono stati 65.400, il 93% dei quali con contratto a tempo indeterminato. Sono 1.000 in più rispetto all’anno precedente, grazie a oltre 6.000 nuovi assunti all’anno dal 2014 al 2017. Tra i settori industriali italiani, siamo quello con gli addetti più qualificati, perché sono al 90% diplomati o laureati, e con il più alto livello di produttività, tre volte la media del totale dell’economia.

Altro punto di forza è il numero dei giovani: vitali per le attività delle imprese. Secondo l’Inps in due anni gli addetti under 35 nella farmaceutica sono cresciuti del 10%, rispetto al 3% del totale dell’economia. Metà degli addetti in più di questi anni è fatta da giovani. E dei nuovi assunti under 35, tre su quattro hanno avuto contratti a tempo indeterminato.

Stiamo guidando il passaggio generazionale cercando da un lato nuove figure professionali e dall’altro intensificando i percorsi formativi all’interno delle aziende. Per questo, insieme ai Sindacati, abbiamo firmato un accordo per agevolare l’ingresso di giovani nelle nostre imprese attraverso la costituzione di un Fondo presso l’Inps (Fondo TRIS), volto a favorire il ricambio generazionale. Ci auguriamo davvero che questo strumento possa essere operativo in tempi brevi.

Le donne sono elemento di orgoglio del settore, il 42% degli occupati, quasi il doppio rispetto alla media dell’economia nazionale. Occupano ruoli importanti nell’organizzazione aziendale, come mostra la leadership farmaceutica per la quota femminile di dirigenti e quadri: nel nostro settore le donne sono quasi il 40%, molte di più rispetto a tutti gli altri. Nella Ricerca sono la maggioranza: il 52% degli addetti.

Parlando delle persone che sono nelle nostre imprese non possiamo non occuparci della qualità del loro lavoro. Dalla qualità del lavoro dipende la qualità della vita. Le imprese del farmaco lo sanno bene e per questo garantiscono ai loro dipendenti contratti all’avanguardia e offerte di welfare aziendale più moderne ed efficaci. Grande attenzione viene dedicata alla conciliazione vita-lavoro, al benessere dei dipendenti e dei loro familiari, all’assistenza ai loro cari, anziani o non autosufficienti, con l’introduzione di formule flessibili di orario e di lavoro come lo smart working. Anche in questo non ci facciamo trovare impreparati rispetto alla realtà che cambia.

Possiamo definirci un modello che funziona grazie alle ottime relazioni industriali che esistono nel settore costruite con le Organizzazioni Sindacali. Proprio con gli amici dei Sindacati abbiamo realizzato diversi progetti comuni e da ultimo quello di cui siamo particolarmente orgogliosi che riguarda l’Alternanza Scuola Lavoro. Siamo infatti convinti che la formazione rientri nella nostra mission e che debba essere attuata con l’impegno di tutti: imprese e Organizzazioni Sindacali. Da questo punto di vista il progetto, avviato in collaborazione con il MIUR, è unico nel suo genere, essendo il primo che coinvolge attivamente anche un’Associazione di categoria e le aziende farmaceutiche in tutta la loro filiera produttiva. Lasciatemi quindi salutare i ragazzi e i docenti che sono qui oggi a testimoniare l’interesse per un settore così vitale come il nostro.

(Massimo Scaccabarozzi)

                                                         RELAZIONE INTEGRALE

 

Visite alla pagina Hit Counter On line adesso
HOME

 

 

| Qualora tu ritenga  di non gradire i nostri link alle notizie del tuo sito, Ti preghiamo di contattarci immediatamente per e-mail al fine di verificare e rimediare tempestivamente. Il sito www.informatori.it declina ogni responsabilità sugli errori e la veridicità dei contenuti del sito linkato.
INFORMAZIONE E SALUTE   -  CF 97073890796 - Codice Ateco 889900 Iscrizione al Registro Provinciale O.V. di Catanzaro al n° 199
Policy sui cookie: ci siamo adeguati tecnicamente alle nuove normative del Garante. Ecco la nostra Cookie Policy
Informazioni preliminari:
  Non rilasciamo mai nostri cookie. Gli unici cookie sono rilasciati da terzi e sono quelli degli annunci pubblicitari di Google adsense. Sulla Cookie Policy le istruzioni per disattivarli.